Habitage

il blog dedicato alla casa

By

Porte a battente: laccata, decor o tinta legno

Se una volta le porte servivano principalmente ad isolare una stanza dall’altra, oggi sono diventate anche degli oggetti che arredano. Bianche, colorate, semplici, estrose… insomma, ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

Per chi sta finalmente rinnovando casa, per chi non ama le banalità o per chi ancora vuole fare del suo appartamento un luogo originale o che rispecchi a pieno la sua personalità, la porta a battente ha assunto una nuova importanza: ecco perché non ci si può esimere dallo sceglierla con cura, attenzione e non senza un tocco di sana follia.

Porta a battenti

Una porta, mille gusti

In una casa arredata a regola d’arte solitamente infissi, maioliche, pavimenti, porte e mobilia sono abbinati o, quanto meno, compatibili. Lo scopo finale è quello, ovviamente, di creare un contesto piacevole ed accogliente. Ma, i veri esperti lo sanno bene, per conferire all’ambiente una forte impronta di originalità, dargli quasi un tocco d’anima, bisogna prestare attenzione ai particolari: giocare con i colori, gli spazi e, da oggi, persino con le porte a battente.

Queste ultime, idea del tutto innovativa, possono essere realizzate con la tecnica del rilievo: piccoli inserti in legno letteralmente emersi dalla porta che danno un tocco di vitalità all’ambiente, creano l’illusione del movimento, rimandano la mente all’idea di dinamismo e richiamano i colori dell’arredo. Nonostante l’eccentricità di questo genere di porte, i materiali di realizzo sono quelli più tradizionali: dal massello al rovere, dal noce al ciliegio. Che mix!

Esistono poi soluzioni più soft, ma ancora abbastanza creative. Le porte, ad esempio, possono essere realizzate con lo stesso criterio di cui sopra ma il battente, concepito ancora come pieno di decori, sfrutta in questo caso un unico piano della porta.

Non siete ancora convinti? Bene, allora potreste scegliere qualcosa di appena più sobrio, per esempio un filo muro, ossia una porta a battente che ripropone la stessa tinta del muro in modo da mimetizzarsi quasi all’occhio dell’osservatore.

E che dire delle porte coloratissime che si stagliano sulla parete creando delle vere e proprie macchie cromatiche che arredano?O ancora dei contrasti nel caso in cui nell’ambiente predomini un unico colore?

Tranquilli, se lo stile moderno non vi si addice o siete affezionati alle vecchie porte, esistono ancora.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi