Come sverniciare il legno


Mobile in legno

La sverniciatura è la prima cosa a cui dovete pensare se siete alle prese, per esempio, con un mobile da restaurare. Ma in cosa consiste la sverniciatura? Semplicemente nel rimuovere tutti gli strati di vernice presenti sul legno, riportando alla luce la sua superficie originale.

Potrà essere necessario ripetere il procedimento diverse volte: tutto dipende dallo stato della vernice, se è già parzialmente rovinata e facilmente rimuovibile oppure no.

Se non volete contattare un restauratore e preferite provvedere da soli, non si tratta di un’operazione eccessivamente complicata, specie se avete una buona manualità e siete dunque abituati a compiere piccoli lavoretti in casa. In caso contrario, esercitatevi partendo da oggetti di minor importanza.

In questo articolo andremo a spiegare come sverniciare il legno con il fai da te: cosa vi serve, qual è la procedura e quali sono le precauzioni da adottare.

Cosa occorre e le precauzioni

Innanzitutto è necessario che vi procuriate tutto l’occorrente per sverniciare. Nello specifico: uno sverniciatore chimico in gel (più o meno potente in base al tipo di vernice da togliere), un rotolo di nastro di carta, un recipiente, un pennello, dei guanti di gomma, una paglietta metallica grossa e una mascherina protettiva.

Prima di procedere, per operare in tutta sicurezza, indossate subito la mascherina e i guanti. Il mobile, dopo essere stato svuotato e smontato se necessario, dovrà essere posizionato in una stanza ben arieggiata. Utilizzate il nastro di carta per coprire le fessure o le parti danneggiate da riparare in seguito.

Il procedimento

Passiamo adesso a descrivere il procedimento vero e proprio per sverniciare il legno:

  • Riempite il recipiente con lo sverniciatore in gel e, servendovi di un pennello, distribuitelo copiosamente su tutto il mobile, un pezzo alla volta. Impiegherà circa venti minuti ad asciugarsi.
  • Con la paglietta metallica, rimuovetelo seguendo il senso della vena del legno.
  • Se è il caso ripetete il procedimento più volte fino a rimuovere tutta la vernice. Togliete il nastro di carta e, sempre con la paglietta, eliminate eventuale vernice residua.

La soda caustica

L’utilizzo della soda caustica è in genere raccomandato solo agli esperti del settore, trattandosi di una sostanza altamente corrosiva e tossica. Se siete alle prime armi dunque evitate.

Il procedimento per sverniciare il legno con la soda caustica è comunque il seguente:

  • Diluitene 150 grammi per ogni litro d’acqua (calda) e mescolate con un bastoncino di legno.
  • Adesso, con un pennello, distribuite il composto su tutto il mobile, lasciandolo lì ad agire il tempo necessario per sciogliere il colore.
  • Infine, per rimuovere la soda caustica unita alla vernice staccata, servitevi di una spatola.

Come sverniciare il legno manualmente

Il legno può essere sverniciato in vari modi: mediante lo scioglimento (come abbiamo spiegato in questo articolo), per mezzo di una pistola ad aria calda, oppure ancora per abrasione. Quest’ultimo è sicuramente il sistema meno dispendioso, e può avvenire utilizzando la carta vetrata, il raschietto o la levigatrice, la quale è particolarmente adatta per le superfici piane. Tuttavia, siate delicati e prestate attenzione a non graffiare il legno.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi