Come pulire casa velocemente e bene


Pulizia casa

Quali sono le tecniche giuste per pulire la nostra casa in modo efficace e veloce? E quali sono i prodotti migliori per raggiungere questo scopo?

Questo approfondimento, scritto in collaborazione con 100 Maniimpresa di pulizie a Roma – spiega come intervenire con i prodotti giusti in modo da effettuare una pulizia impeccabile senza troppe complicazioni.

L’alleato numero 1: l’aceto bianco

Una delle proprietà più utili dell’aceto è la sua profonda azione sgrassante. Per questo motivo è un ottimo alleato nelle pulizie domestiche, specialmente in cucina: possiamo utilizzarlo per pulire i piani di lavoro, i fornelli, il forno e il frigorifero.

Un altro vantaggio dell’utilizzo dell’aceto bianco è che rimuove i cattivi odori, quindi può essere utilizzato in tutti quei casi in cui rimangano degli odori che non si riesce proprio ad eliminare.

Possiamo utilizzarlo anche come anticalcare e antimuffa: il cestello e le guarnizioni della lavatrice, ad esempio, hanno bisogno di un’accurata pulizia dopo un certo numero di lavaggi, e scegliere dei prodotti naturali è sempre la soluzione migliore, nel rispetto dell’ambiente soprattutto. Inoltre si può addirittura utilizzare nei cicli di lavaggio come ammorbidente, contribuendo appunto a mantenere la nostra lavatrice sempre perfettamente funzionante.

Combinare l’aceto con il bicarbonato

Creando una soluzione di aceto e bicarbonato e applicandola direttamente sulla superficie da trattare otterremo dei risultati incredibili: brillantezza, pulizia e un piacevole odore di pulito saranno garantiti.

Un’altra sostanza che possiamo aggiungere è il succo di limone, dal forte potere sgrassante e rinfrescante: il profumo che lascia sarà davvero gradevole e non avremo utilizzato sostanze chimiche.

Bicarbonato, spugne e guanti

Purificare l’aria: una pratica fondamentale

Aerare e purificare l’ambiente è una pratica che tutti dovremmo adottare, specialmente se in casa ci sono bambini molto piccoli, persone anziane o con gravi disturbi respiratori o di tipo immunitario. Ci sono delle buone abitudini da seguire, vediamone alcune:

  • Pulire accuratamente e frequentemente i filtri dei condizionatori e le stufe
  • Utilizzare un aspirapolvere sui pavimenti, specialmente sui tappeti, e sulle superfici di stoffa
  • Lavare spesso tende e soprammobili dove può annidarsi la polvere
  • Rimuovere la muffa che si forma specialmente tra le piastrelle in cucina e in bagno
  • Acquistare dei purificatori d’aria, che rimuovono la maggior parte delle sostanze inquinanti

Lavare accuratamente le spugne

Un’accortezza che dobbiamo avere necessariamente, e alla quale spesso non diamo la giusta importanza, è quella di lavare accuratamente tutti gli strumenti che utilizziamo per pulire la nostra casa, come spugne, panni di microfibra ma anche il mocio per i pavimenti.

Su queste superfici si annidano moltissimi batteri e residui di polvere e, se non ce ne occupiamo in modo massivo, rischiamo di portarli di nuovo sulle superfici che andiamo a pulire.

Specialmente le spugne per la cucina – che non devono mai essere utilizzate anche per la pulizia del bagno – andrebbero lavate dopo ogni utilizzo e sostituite almeno una volta ogni quindici giorni. Per sterilizzare le spugne e liberarle dai cattivi odori possiamo agire in due modi diversi, altrettanto efficaci:

  • ammollo con acqua bollente, sale e succo di limone concentrato
  • ammollo con acqua bollente, aceto e qualche goccia di succo di limone

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi