Habitage

il blog dedicato alla casa

By

Porte interne in legno: guida alla scelta e consigli utili

Oggi le porte interne hanno assunto una nuova importanza, e non sono più solo un oggetto che serve per isolare una stanza dall’altra, ma sono diventate un complemento d’arredo. Per questo motivo non ci si può esimere dallo sceglierla con cura, facendo attenzione che siano abbinabili, o almeno compatibili, con infissi, pavimenti e mobili.

Come scegliere le porte da interno

Per conferire all’ambiente una forte impronta di originalità bisogna prestare attenzione ai particolari: giocare con i colori, gli spazi ed anche con le porte interne. Per chi sta finalmente rinnovando casa, per chi non ama le banalità o per chi ancora vuole fare del suo appartamento un luogo originale o che rispecchi a pieno la sua personalità, le porte interne hanno assunto una nuova importanza. Lo scopo finale è quello di creare un contesto piacevole ed accogliente.

Quando si sceglie la porta è meglio non discostarsi dallo stile in cui è arredata la casa per non creare effetti indesiderati di cattivo gusto. Bisogna valutare anche fattori importanti come la luce e lo spazio a disposizione, che a volte ci obbligano nella scelta del tipo di porta più adatto.

Porte interne in legno

Il legno è il materiale più utilizzato per realizzare una porta interna, molto apprezzato perché è un materiale naturale. Solitamente sono utilizzati massello, rovere, noce o ciliegio, ognuno con le sue caratteristiche e peculiarità. Una porta in legno contribuisce ad aumentare il pregio estetico di una casa, condizione che per restare tale necessita che la porta sia sempre pulita.

Le porte in legno hanno bisogno di più cura e manutenzione e sopratutto sono più difficili da pulire rispetto ad altri materiali. Come spiegato dagli esperti di Crmpulizie.it sul proprio blog, una corretta pulizia di questo materiale può avvenire solo agendo in profondità e senza lasciare aloni, con le dovute differenze fra porte in legno naturale, laccate, o verniciate.

Stile delle porte in legno

Fra le porte in elgno più innovative ci sono quelle realizzate con la tecnica del rilievo. Piccoli inserti in legno letteralmente emersi dalla porta che danno un tocco di vitalità all’ambiente, creano l’illusione del movimento, rimandano la mente all’idea di dinamismo e richiamano i colori dell’arredo.

Esistono soluzioni più soft, ma ancora abbastanza creative. Le porte, ad esempio, possono essere realizzate con lo stesso criterio di cui sopra ma il battente, concepito ancora come pieno di decori, sfrutta in questo caso un unico piano della porta.

Una soluzione elegante sono le porte filo muro, ossia una porta a battente che ripropone la stessa tinta del muro in modo da mimetizzarsi quasi all’occhio dell’osservatore.

Si possono scegliere porte coloratissime che si stagliano sulla parete creando delle vere e proprie macchie cromatiche o dei contrasti nel caso in cui nell’ambiente predomini un unico colore.

Tipologie di porte da interno

In base allo spazio a disposizione dovrai scegliere la tipologia di porta più adatta. Per venire incontro alle diverse esigenze sono state costruite porte con diverse tipologie di apertura. Vediamo quali sono quelle più comuni:

Porte interne a battente

Sono le classiche porte fissate da un lato con delle cerniere che si aprono verso l’interno o verso l’esterno. Negli ultimi anni vengono prodotte anche porte che possono aprirsi sia verso l’interno che verso l’esterno. Le cerniere possono essere visibili o nascoste. Le porte interne a battente possono essere ad una o due ante.

Porte interne scorrevoli

Queste porte sono la soluzione ideale per guadagnare spazio visto che scorrono all’interno della parete grazie ad un controtelaio interno. Anche questa tipologia di porte può essere ad una o due ante. Per realizzare questo tipo di porta sono necessari lavori murari e non sempre è una soluzione possibile.

Porte filomuro

Tipo di porta molto elegante che rappresenta la soluzione di design più ricercata perché non c’è discontinuità con la parete, nella quale entrano in totale continuità perché non sono previsti cornici.

Conclusioni

Ovviamente una casa può contemplare diverse tipologie di porte, combinandole fra loro a seconda delle esigenze, rispettano comunque il criterio della compatibilità fra loro e il resto dell’arredamento.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi