Habitage

il blog dedicato alla casa

By

Riscaldamento a battiscopa

Riscaldare casa è, soprattutto in certe zone, un bisogno imprescindibile. Per cosa optare? Termosifoni? Stufe? Si tratta di tecnologie ormai antiquate e, a ben pensare, anche troppo dispendiose.

I più moderni ritrovati della scienza invece ci consentono di provvedere a questa esigenza in maniera semplice, veloce, economica e, soprattutto, senza inutili ingombri sparsi per le stanze: mai sentito parlare del riscaldamento a battiscopa?

Quando la casa emana calore

Il riscaldamento a battiscopa è quanto di più geniale e creativo si possa concepire in materia di impianti caloriferi. In particolare il sistema funziona grazie ad una fitta rete di pannelli radianti, direttamente montati al di sotto del pavimento e delle pareti che, una volta azionati, sprigionano calore per tutta la stanza attraverso una bocchetta. La diffusione omogenea e costante dell’energia consente di impostare il riscaldamento a temperature meno elevate e di ottenere il tepore desiderato in tempi molto più rapidi rispetto al normale.

Sai in cosa si traduce tutto questo? Nella maggiore attenzione per l’ambiente e in un considerevole risparmio economico.

Se a preoccuparti sono gli spessori dell’impianto, anche in questo caso puoi accantonare ogni dubbio e perplessità: l’apparato occupa in  altezza non più di una quindicina di centimetri ed in larghezza circa 1/5 della stessa. Inoltre il riscaldamento a battiscopa si è rivelato una vera e propria manna dal cielo per tutti quegli appartamenti che, inverno dopo inverno, vengono letteralmente aggrediti dalle muffe a loro volta causate dall’umidità.

Per strutture già costruite e non smantellabili poi esiste un sistema di riscaldamento a battiscopa alimentato dall’elettricità e controllabile mediante termostato o ancora dalle app nel caso in cui si abbia la fortuna di possedere un comodo sistema domotico.

Riscaldamento a battiscopa: sì o no?

Come ogni scelta impegnativa, anche quella di installare un impianto di riscaldamento a battiscopa merita qualche riflessione preliminare.

Per accelerare le tue decisioni, ecco un elenco dei vantaggi e degli svantaggi collegati a questo particolare e modernissimo sistema di riscaldamento. Partiamo dai primi:

  • rispetto degli spazi: come già detto altrove, il riscaldamento a battiscopa non ruba spazio alla casa o all’arredamento
  • risparmio economico ed energetico: sebbene impostato su temperature più basse rispetto a quelle raggiunte da una stufa o da un termosifone, l’impianto produce molto più calore incidendo positivamente sul risparmio energetico e, di conseguenza, consentendoti di pagare bollette meno care e di rispettare l’ambiente
  • salubrità: questo sistema di riscaldamento evita che si formino le muffe, brutte a vedersi e pericolose per la salute e non produce quei fastidiosissimi rumori di sottofondo che, in casi particolari ci tengono al caldo ma con il mal di testa
  • deducibilità: le spese per l’installazione di questo tipo di impianto possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi

Purtroppo però il riscaldamento a battiscopa ha anche qualche piccolo svantaggio:

  • spesa iniziale: sebbene non eccessivamente esosa, la spesa iniziale è senza dubbio superiore al costo di una stufa o dell’installazione in casa dei termosifoni. Questa eccedenza però verrà ammortizzata già dopo i primi utilizzi
  • superfici: sebbene questo impianto non impedisca di arredare casa secondo i propri gusti, è sempre meglio non coprire per intero le pareti, ma lasciare invece ampi spazi vuoti

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi