Habitage

il blog dedicato alla casa

By

Ristrutturazione bagno: costi, tempi e altre info utili

Una rinfrescata alla casa, un cambio di mobilia e… una ristrutturazione del bagno: ecco come trasformare la vecchia abitazione che, diciamolo pure, ci ha un po’ stancato, in un nuovo inizio.

Però potersi permettere il lusso di compiere queste operazioni non è semplice né dal punto di vista economico né tanto meno dal punto di vista pratico. Insomma: per quanto tempo avremo degli operai in giro per casa? A quanto ammonterà il costo finale dell’operazione? Approfondiamo un po’ l’argomento.

Ristrutturare il bagno: tutte le tappe

Ristrutturare il bagno è una faccenda tutto sommato abbastanza complessa. Non è un caso infatti che spesso l’operazione venga divisa in vari step, più o meno numerosi in relazione all’entità dei lavori da compiere e delle condizioni generali della stanza.

Di solito si comincia dal pavimento e dal massetto che, vengono puntualmente smantellati per permettere agli operai di raggiungere le tubazioni che giacciono lì sepolte. Una volta giunti a questo punto, sarà possibile controllarne lo stato di conservazione e, se necessario o richiesto, sostituire il vecchio impianto idraulico approfittandone magari per utilizzare soluzioni più moderne, per esempio i tubi in plastica, o, eventualmente per svolgere anche altri lavori quali il passaggio di un impianto di riscaldamento.

E’ quindi la volta del ripristino e dell’eventuale manutenzione dell’impianto elettrico e, se questa fase non è necessaria, del rimodernamento tanto delle pareti quanto delle piastrelle o dell’intonaco. A questo punto il grosso del lavoro è stato eseguito: non resta che ricostruire il massetto, posizionare i nuovi pavimenti ed installare sanitari e rubinetteria (a proposito: premuratevi di sceglierli con largo anticipo. Una buona idea in tal senso è visitare dei negozi online come ad esempio www.maisonplus.com: si avrà accesso ad un ampio catalogo pur rimanendo seduti sulla poltrona di casa).

Chiaramente a questo punto si procederà con la tinteggiatura delle pareti.

Ristrutturare il bagno: quanto tempo serve?

Dare in tal senso una stima precisa è complicato: l’esborso infatti dipende dall’entità dei lavori da svolgere e dalle abilità degli operai.

Nella maggior parte dei casi comunque è possibile affermare che tutto dovrebbe svolgersi entro una settimana o, se siete fortunati, in un paio di giorni.

I costi della ristrutturazione del bagno

Anche per quanto riguarda il costo dell’operazione non è certo possibile fornire delle stime standardizzate. Nella migliore delle ipotesi, il progetto richiederà una cifra pari a circa 3000 euro, nella peggiore l’esborso potrebbe gravitare intorno ai 7000 euro.

Un vecchio trucco per risparmiare qualcosa è quello di installare le nuove piastrelle sulle vecchie ma, purtroppo, non sempre questa soluzione è attuabile.

Gli sgravi fiscali

Se avete fatto un balzo sulla poltrona leggendo le stime dei costi da sostenere per restaurare il vostro bagno riprendetevi: come molti altri lavori di ristrutturazione, anche questo viene in parte sovvenzionato dallo Stato.

Per quanto riguarda l’IVA infatti in questo caso scatta l’aliquota del 10% .

Attenzione: i benefici godibili per l’avvio di lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria dovranno sempre essere fatturati in maniera unitaria e comprensiva anche dell’eventuale costo di mano d’opera.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi