Habitage

il blog dedicato alla casa

By

Cementite per legno: cos’è, tipologie, a cosa serve, come si usa

La cementite specifica per legno è un ottimo prodotto per trattare il legno grezzo e prepararlo alla verniciatura. Molti di noi si dedicano a lavoretti di bricolage con il legno e questo prodotto è indispensabile per ottenere superfici lisce e ben levigate.

La cementite si trova in commercio nei negozi di ferramenta e nei colorifici. Ne esistono tipi differenti, specifici per legno oppure per i muri. Per trattare il legno la si può trovare ad acqua o a solvente.

In questo articolo scopriamo i suoi usi, le differenze tra quella ad acqua o a solvente e quando sceglierla bianca o colorata.

A cosa serve la cementite

La cementite è un materiale gessoso e coprente che stesa sul legno crea uno strato omogeneo e liscio per procedere poi alla stesura del colore. E’ ideale anche per eliminare eventuali irregolarità della superficie, infatti è impiegata anche negli interventi di muratura per lo stesso scopo.

Si può applicare anche sui muri in caso di infiltrazioni di acqua, aloni e macchie perché il suo potere coprente garantisce la cancellazione di ogni antiestetica traccia. Questo prodotto si può applicare con il rullo, a pennello oppure a spruzzo.

Cementite all’acqua o a solvente

La cementite può essere solubile con l’acqua o con un solvente a base di olii. Quella all’acqua è la più consigliata. Non sprigiona sostanze tossiche, garantisce ottimi risultati e anche la pulizia dei pennelli a fine lavoro è più facile.

Si trovano in commercio ottimi prodotti all’acqua, perfetti per il fai da te. E’ il trattamento migliore per quei lavoretti che non sono soggetti a grandi intemperie: dopo la cementite all’acqua è bene usare lo stesso fondo all’acqua per la finitura. Un consiglio è quello di non mischiare un prodotto all’acqua con uno a solvente per un lavoro ben fatto.

La cementite a solvente è quella che in genere contiene acqua ragia o un altro diluente sintetico. Si trova nei negozi specializzati ma è un prodotto meno utilizzato rispetto a quella ad acqua.

Il suo impiego è consigliato quando si trattano materiali che sono sottoposti agli agenti atmosferici perché è più resistente. Se si applica la cementite a solvente è bene che anche il fondo venga trattato con finitura a solvente per non ottenere risultati spiacevoli.

Cementite bianca, colorata e spray

La cementite è quasi sempre venduta nel colore bianco, una tinta che ben si presta a far da fondo al legno. Se necessario è possibile colorarla, preferibilmente a tintometro, ma bisogna sapere che i colori che si otterranno saranno piuttosto tenui.

Esistono in vendita anche cementiti spray per il legno ma gli addetti ai lavori confermano risultati migliori per il prodotto applicato a rullo o a pennello. In effetti essendo un prodotto denso e coprente la versione spray coprirà la superficie in maniera più leggera.

Sarà dunque d’obbligo nebulizzare la cementite con più passaggi per ottenere lo stesso risultato di una stesura a pennello o a rullo. Se invece si utilizza una spruzzatrice professionale è migliore il lavoro eseguito perché si otterrà una copertura omogenea e più facile sarà la carteggiatura seguente.

Come si applica la cementite

Una volta scelto con quale attrezzo stendere la cementite bisogna passare ad una prima applicazione del prodotto con una mano piuttosto leggera e liquida. Si lascia asciugare bene e poi si carteggia con la carta abrasiva a grana 100.

A seguire è bene applicare un altro strato di cementite, aspettare l’asciugatura e carteggiare questa volta con un foglio più fine, tipo grana 220. Così facendo siamo certi di un lavoro ben fatto e avremo una superficie liscia e perfetta.

Per completare l’opera sarà sufficiente trattare il legno con carta smeriglio e a questo punto si può procedere alla tinteggiatura che risulterà impeccabile e uniforme.

L’uso della cementite è fondamentale sulle tavole di compensato in quanto consente un’ottima applicazione per gli smalti di finitura e le vernici acriliche. Non solo garantisce un aspetto piacevole al legno e una gradevole sensazione al tatto ma lo rende anche impermeabile all’assorbimento delle vernici.

La cementite per i muri

Molto diffuso anche l’utilizzo della cementite specifica per i muri. Si usa per rimettere a nuovo pareti in cui l’intonaco si sfoglia a causa di pitture preesistenti, come base fissante. E il suo impiego, di solito cementite bianca, serve anche per coprire le macchie sulle pareti, in particolare quelle dovute a infiltrazioni di acqua.

La cementite non serve per togliere le macchie di muffa dai muri. Spesso erroneamente si pensa che il suo impiego eviti la fuoriuscita di muffe e sia efficace nel rimuovere quelle esistenti ma non serve a questo scopo.

La cementite come abbiamo visto ha svariati usi e si può trovarla sotto forma di spray, all’acqua, a solvente e anche in polvere. Si tratta di un prodotto piuttosto economico con il quale realizzare lavoretti artigianali oppure utilizzarla, nella versione specifica, per lavori di muratura.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi