Habitage

il blog dedicato alla casa

By

Come togliere la carta da parati  

Se avete bisogno di togliere una carta da parati ormai vecchia (di qualunque tipologia essa sia), volete provarci da soli ma non sapete in che modo procedere, continuate a leggere: spiegheremo come fare e tutto ciò che vi serve sapere in questo articolo.

Come togliere la carta da parati: tutto l’occorrente

Non è sempre necessario ricorrere agli appositi solventi presenti in commercio per rimuovere la carta da parati; questo perché la maggior parte dei supporti delle carte da parati contiene cellulosa, capace di cedere usando semplicemente tanta acqua calda.

Prima di rimuoverla, in ogni caso, se la considerate danneggiata valutate di ripararla.

Al contrario, se siete decisi, procuratevi i seguenti materiali: una scala, un rotolo di carta vetrata (grana media), una spatola metallica, un pennello rettangolare largo e piatto, e un secchio di acqua bollente.

Come togliere la carta da parati: il procedimento

Prima di cominciare a rimuovere la carta da parati, create intorno a voi lo spazio necessario per lavorare in completa libertà e sicurezza. Spostate dunque eventuali mobili pesanti nei pressi della parete interessata (svuotandoli del loro contenuto per facilitare il tutto) e permettetevi di gestire al meglio i vostri movimenti o quelli di un’altra persona, anche sulla scala.

Il procedimento nel dettaglio è questo:

  • Immergete il pennello nell’acqua bollente e passatelo su tutta la carta da parati da rimuovere, partendo da uno dei suoi quattro angoli: l’acqua da usare dovrà essere tantissima. Non risparmiatevi, anzi abbondate, poiché con il suo calore sarà in grado di raggiungere lo strato più profondo della carta, riuscendo a sciogliere a dovere la colla e agendo dunque come un solvente naturale. Questo primo passaggio richiede molta pazienza ma dovrete essere capaci di gestire i vostri tempi per non far raffreddare troppo l’acqua, sfruttandola finché è calda. Se potete, chiedete l’aiuto di un parente o di un amico, per fare prima.
  • Nel caso in cui abbiate a che fare con una carta da parati lavabile, per rimuoverla non sarà sufficiente bagnarla e tirarla via: dovrete infatti ricorrere a una spatola metallica. Un’idea in questo caso potrebbe essere quella di utilizzare un pulitore a vapore, per distribuire acqua calda sotto forma di vapore acqueo. Si tratta, ricordiamo, di una soluzione adatta soltanto alla carta da parati lavabile, mentre per quella tradizionale non vi servirà altro se non molta acqua bollente.
  • Dopo aver sollevato la carta da parati con la spatola metallica (fatelo con molta attenzione e pazienza), procedete con l’eliminare tutti i residui (qualora ci fossero) servendovi molto delicatamente della carta vetrata.

Al termine del procedimento potreste comunque accorgervi di aver danneggiato lo stucco sottostante: in questo caso provvedete a risolvere la cosa riparando ogni imperfezione con lo stucco pronto all’uso, tinteggiando infine il muro.

Come rimuovere la carta da parati vinilica

Come abbiamo già detto, nella maggior parte dei casi, l’impiego della sola acqua calda è sufficiente per rimuovere efficacemente vecchie carte da parati. Potrebbe però accadere di avere a che fare con una carta da parati vinilica, leggermente più difficile da trattare: utilizzare il vapore proveniente da un pulitore a vapore potrebbe esservi d’aiuto.