Potatura delle siepi da giardino


Potatura siepi da giardino

Nei primi anni successivi all’impianto di una siepe, la potatura di formazione è molto importante perché serve a dare una forma ben precisa alle piante del vostro giardino, una direzione coerente che segua i gusti e le preferenze di ogni singolo individuo.

Una volta stabilita l’impostazione desiderata, infatti, si parla solo di potatura di mantenimento, alla quale è bene dedicarsi tra la fine di maggio e i primi giorni di giugno e al termine dell’estate, con l’arrivo dell’autunno. Essa, appunto, serve soltanto a mantenere la forma della siepe precedentemente impostata, rivelandosi particolarmente necessaria in previsione della stagione estiva, quando le piante tendono naturalmente a proliferare a dismisura modificando la vecchia impostazione. Armiamoci dunque di apposite tagliasiepi e cesoie per sfoltire le siepi nei punti in cui serve, eliminando tutto ciò che è superfluo. Ma come si esegue una potatura di mantenimento delle siepi? Cosa c’è da sapere? E cosa si intende per arte topiaria? Spieghiamo tutto in questo articolo.

Come funziona la potatura di mantenimento delle siepi

Le piante vanno potate in altezza per i primi anni, in modo tale che si infoltiscano alla base. Tuttavia, continueranno a produrre vegetazione e dunque a ricrescere anche in altezza, dunque è un’operazione da eseguire periodicamente fino a ricavare e a mantenere la forma desiderata. Procedendo alla potatura di mantenimento, sarà possibile far arrivare aria e luce anche nelle zone più interne delle piante: le siepi di forma geometrica, in particolare, consigliamo di lasciarle crescere nella parte bassa e non in altezza proprio per far sì che l’aria e la luce raggiungano la pianta in tutta la sua interezza.

Per potare, prediligete sempre cesoie ben affilate, che taglino perfettamente già al primo colpo, per evitare ripetuti tentativi che finirebbero solo con il danneggiare la pianta togliendo accuratezza all’intero procedimento.

L’arte topiaria: quando la potatura delle siepi incontra l’arte

La potatura delle siepi per certuni non si limita a essere solo una comune e relativamente noiosa pratica da giardinaggio. Potare le siepi per diletto, infatti, è un’attività che prende il nome di arte topiaria. Consiste nel creare delle vere e proprie sculture verdi dalle forme più disparate, spesso realizzate all’interno di ville e parchi per accompagnare le passeggiate dei visitatori, per abbellire e conferire eleganza e originalità al luogo. In giro per il mondo è possibile imbattersi in creazioni realmente splendide ad opera di bravissimi artisti, nate da semplici siepi, piante e arbusti.

Nel dettaglio, esistono due categorie di arte topiaria: quella riservata alle forme geometriche, consistente nella realizzazione di colonne cilindriche, enormi pareti e altre creazioni geometricamente connesse per dar vita a spettacolari disegni e labirinti, e l’arte topiaria di fantasia, le cui forme vengono realizzate partendo da un filo metallico posizionato per reggere le piante nella loro crescita.

Solo chi possiede un ottimo occhio, un’eccellente manualità nonché una fantasia e una creatività spropositate può trasformare in meravigliose opere d’arte delle semplici siepi, fermo restando che anch’esse necessitano di continue revisioni e aggiustamenti. Ecco perché la potatura è, in qualunque caso, un’operazione importantissima per conferire eleganza e armonia al proprio giardino.